Come scegliere i pedali | Bike Room
Current Language it
  • Cart
Account

Hai già un account?

0 Il tuo Carrello

Nessun prodotto nel carrello.

Come scegliere i pedali

Come sempre per scegliere i pedali corretti è bene capire prima l’utilizzo che si vuole farne. State pensando di pedalare con una mountain bike o con una bici da corsa? Cercate la massima potenza ed efficienza dei pedali a sgancio rapido, o semplicemente il massimo della comodità dei pedali flat (tradizionali)?

quale pedale scegliere bikeroom

Se scegliete i pedali a sgancio, mi raccomando, fate attenzione che le tacchette e le scarpe siano tutte compatibili tra loro. Esistono, infatti, pedali, tacchette e scarpe differenti in base al tipo di bicicletta (mountain bike) e talvolta al produttore. Potete anche decidere di comprare i pedali compatibili che hanno entrambe le possibilità (da un lato lo sgancio rapido e dall’altra il sistema flat) e decidere in seguito.

Vediamo insieme quali sono le principali considerazioni da tenere presente per decidere quali pedali acquistare per la vostra nuova bicicletta.

  1. Decidete se volete i pedali a sgancio rapido o i pedali tradizionali flat: scegliete i pedali a sgancio rapido se volete esprimere la massima potenza e cercate l’efficienza perfetta. Con questi pedali sarete in grado di trasmettere potenza in tutte e due le fasi della pedalata: mentre spingete giù e mentre tirate su il pedale opposto. Scegliete, invece, i pedali flat se state cercando la massima comodità, sia nel tirare via il piede dal pedale sia nel camminare con le scarpe che non hanno le tacchette. A volte può, infatti, essere un po’ scomodo camminare con le scarpe per i pedali a sgancio.
  2. Considerate il tipo di uscite che intendete fare: volete dei pedali a sgancio per la vostra bici da corsa per trasferire al massimo la potenza in gara; o volete piuttosto i pedali tradizionali per una semplice uscita domenicale all’aria aperta con il resto della famiglia?
  3. Decidete il tipo di scarpa che preferite: la vostra preferenza nelle scarpe può, a volte, portarvi a tipi di pedali diversi. Se, ad esempio, siete un pendolare ed usate la bicicletta per recarvi al lavoro, probabilmente è meglio orientarsi su dei pedali flat da poter utilizzare con le scarpe normali. Al massimo, in questo caso, potreste usare dei pedali, e delle scarpe, da mountain bike che hanno le tacchette “nascoste” che non creano difficoltà a camminare.

I tipi di pedali più comuni: a sgancio rapido vs “flat”

La prima domanda da porsi è se si vuole agganciare il piede al pedale o se si vuole lasciarlo libero. I due più comuni tipi di pedale sono, infatti, i pedali a sgancio rapido e i pedali tradizionali che tutti conosciamo, detti “flat”.

Pedali a sgancio rapido
Cosa sono? I pedali a sgancio rapido funzionano mediante una placchetta di plastica o di metallo che viene montata sulla suola della scarpa che si aggancia al pedale con un meccanismo ad incastro. Per sganciarli è sufficiente ruotare lateralmente il piede. Le tacchette da strada solitamente sono a tre buchi e in plastica; mentre quelle da mountain bike sono a due buchi e in metallo. Possono ad un primo impatto sembrare complessi da usare ma vi assicuro che con un pochino di pratica si impara in fretta.

Perché sceglierli? I pedali a sgancio rapido permettono un grande controllo della pedalata, anche e soprattutto quando si sta andando forte o ci si alza sui pedali. Nel mondo della mountain bike, poi, permettono al piede di rimanere ben ancorato al pedale nonostante le sconnessioni del terreno. Può sembrare strano pensare al piede agganciato al pedale ma vi assicuro che una volta che avrete provato i pedali a sgancio li troverete del tutto naturali e non ne vorrete più fare a meno.

Pedali “flat”
Cosa sono? i pedali “flat” sono i pedali tradizionali a cui probabilmente siete abituati. Sono pedali, appunto, piatti e con una superficie più ampia per permettere al piede di appoggiarsi in comodità. Non sono stati pensati per essere usati con le scarpe per i pedali a sgancio.

Perché sceglierli? Nella disciplina del downhill della mountain bike i rider (non vengono chiamati ciclisti solitamente) preferiscono i pedali “flat”, con delle piccole punte in metallo, abbinati a delle scarpe dalla suola antiscivolo che garantiscono un ottimo grip ma, anche, la possibilità di avere il piede libero in caso di caduta (o per evitare una caduta).

I pedali “flat” devono essere, come detto, scelti soprattutto per la loro comodità di utilizzo. I ciclisti occasionali, i pendolari o chi sale e scende di frequente dalla propria bicicletta probabilmente dovrebbero orientarsi su questo tipo di pedali che permette loro di indossare calzature più comode quando si deve camminare.

Che tipo di ciclista siete?

Pedali a sgancio per bici da corsa: la maggior parte dei ciclisti su strada preferisce utilizzare i pedali a sgancio perché avere il piede agganciato al pedale gli garantisce la massima efficienza e potenza nella pedalata. Anche le scarpe, solitamente più rigide, addirittura con la suola in fibra di carbonio, sono studiate per massimizzare la potenza della pedalata. I pedali per bici da strada generalmente funzionano con le tacchette a tre buchi. Queste sono spesso definite tacchette “Look” (dal produttore che le ha inventate) o “SPD-SL”. Queste tacchette sono piuttosto larghe, in plastica e sporgono parecchio rispetto alla suola della scarpa, soprattutto rispetto a quelle a due buchi. Il grande vantaggio delle tacchette a tre buchi sta nel fatto che, essendo più larghe, la forza trasmessa e direttamente impressa sul pedale è maggiore perché applicata su una base più ampia.

Pedali a sgancio per mountain bike: i pedali a sgancio per mountain bike sono del tipo con tacchette a due buchi. La tacchetta, “nascosta” nella suola, no pregiudica la camminata che, su percorsi sterrati e impervi, potrebbe rendersi necessaria. Le tacchette, generalemente in metallo, vengono avvitate direttamente alla suola della scarpa. I mountain bikers preferiscono decisamente questo tipo di pedali che garantisce loro una migliore efficienza di pedalata e controllo della bicicletta, maggiore potenza per affrontare le ripide salite e la garanzia che il piede non scappi via in discese tecniche e tortuose. Nella disciplina del downhill, come detto, i riders preferiscono, però, i pedali “flat” che permettono di avere il piede più libero.

Pedali per ciclisti occasionali: se siete dei ciclisti occasionali l’opzione migliore, probabilmente è rappresentata dai pedali “flat”, o, al più, dai pedali a sgancio per mountain bike che permettono di camminare senza difficoltà.

Pedali per pendolari in bicicletta: se siete dei pendolari che utilizzano la bicicletta per andare al lavoro è meglio che utilizziate i pedali “flat” compatibili con qualsiasi tipo di scarpa. Se proprio dovete fare un lungo tragitto allora potreste pensare ai pedali a sgancio per mountain bike, anche se questo significa, probabilmente, dover cambiare comunque le scarpe per lavorare.

Pedali ibridi: esistono pedali ibridi che garantiscono tutto il comfort di un pedale “flat” da una parte e la massima efficienza di un pedale a sgancio dall’altra. Questo permette di avvicinarsi più lentamente al sistema dei pedali a sgancio. Sono l’ideale per chi non pedala sempre con le scarpe da bici.

Come si usano i pedali a sgancio rapido

Imparare ad usare i pedali a sgancio potrebbe intimidire qualcuno. Moltissimi ciclisti all’inizio, mentre stanno ancora imparando, cadono a causa di questi pedali. Ecco perché è bene iniziare a fare pratica con qualcuno che ti tiene il manubrio. Il consiglio è, poi, di provare i primi tempi su un terreno piatto ed erboso; una caduta sul morbido non dovrebbe avere conseguenze. In ogni caso non è molto difficile imparare, vi basteranno pochi tentativi. Le prime volte, però, fate attenzione a ricordarvi di avere il pedale a sgancio ai semafori e agli stop.

Come agganciare i pedali:

  • Innanzitutto, mentre cercate di agganciare il primo pedale, pinzate il freno anteriore per evitare che la bicicletta vada avanti involontariamente.
  • Agganciate il primo pedale e iniziate a pedalare. Una volta che avete raggiunto l’equilibrio in movimento, agganciate il secondo pedale.
  • Generalmente è più facile agganciare il pedale su un terreno pianeggiante o in leggera discesa perché è più facile mantenere l’equilibrio. Partire in salita è un pochino più complicato e ci vuole un po’ più di pratica.

Come sganciare i pedali:

  • Quando vi state avvicinando al punto di fermata, iniziate a pensare “tallone in fuori” e fatelo in anticipo. Dovete sganciare il pedale prima di esservi fermati completamente, altrimenti cadrete. Se vi fermate solo per un istante potete anche solo sganciare uno dei due piedi.
  • Tipicamente si tende a sganciare il piede dominante. Tuttavia, per un mountain biker è bene imparare a usare entrambi i piedi.
  • Il movimento da fare per sganciare il pedale deve essere laterale, portando il tallone in fuori. Una specie di rotazione del piede verso l’esterno. Una volta che sentite il “clic” il vostro piede sarà sganciato e potrete metterlo a terra e fermarvi completamente.

Alcuni consigli:

  • Per i pedali a sgancio con sistema di tacchette a tre buchi esistono vari tipi di tacchette che offrono gradi di rotazione del piede diversi. Il piede può rimanere perfettamente fisso, può avere un pochino di gioco o molto di più, a seconda della tacchetta montata. Il consiglio è di provarne più di una, magari iniziando da quelle con più libertà se è la prima volta che usate i pedali a sgancio. Per le tacchette fisse è bene montarle in maniera precisa, altrimenti la posizione sbagliata potrebbe creare problemi alle ginocchia.
  • Pulire sempre bene i pedali e lubrificarli nel caso. Come per il resto della bicicletta, anche per i pedali, è bene fare una manutenzione costante. Altrimenti poi potrebbero non agganciare più così bene.
Tag
  • Componentistica
Redazione Bike-room

Novembre 18 2020 • Componentistica

1
Entra nella Bike-room community!

Offerte, news e contenuti esclusivi per nutrire la tua passione. No spam, solo BICI! Pedala con noi.